Gabriele Granato | Marketing e Web

Lo sMarketing della Fastweb per contratto falso

Marketing, sMarketing, pubbliche relazioni, recupero crediti, customer care e chi più ne ha più ne metta!

Mia cara Fastweb questa volta però hai proprio toppato.

In breve questa è la vicenda sgradevole che ho avuto con Fastweb :

  1. a luglio mi arriva un sollecito di pagamento con messa in mora da parte di Fastweb (per una cifra superiore ai €1.000) per un servizio ADSL + telefono;
  2. però i dati del contratto esatti sono solo quelli relativi al nome e alla data di nascita, quindi il codice fiscale (ovvero solo quelli accessibili a tutti);
  3. il numero della carta d’identità invece non corrisponde e l’indirizzo di attivazione e fatturazione non l’ho mai neanche sentito nominare;
  4. chiamo Fastweb e mi faccio mandare il “presunto” contratto;
  5. ed appuro che: il numero di carta d’identità è palesemente falso e basta poco per verificare che non corrisponde al codice fiscale, le firme sono tutte diverse tra di loro, non è indicato il responsabile di vendita, insomma è FALSO;
  6. chiedo a Fastweb di rendersi conto della cosa, ma mi comunicano che sono io, tramite denuncia, a dover dimostrare che il contratto è un falso, ovvero ho io l’onere della prova;
  7. intanto continuano a volere da me i soldi.

In tutto questo il sollecito arriva a casa mia, al mio vero indirizzo di casa, mentre sul contratto falso c’è tutt’altro indirizzo.

Come fa Fastweb a conoscere la mia residenza? Ha indagato su di me?

Io non dico e non penso che sia stata Fastweb a falsificare il contratto e non chiedo loro neanche di verificare l’autenticità della firma (anche se è palesemente falsa), chiedo solo però di verificare l’incongruenza dei dati, l’inesattezza, di effettuare un controllo, una verifica.

Che ci vuole a rendersi conto che un contratto è FALSO? Perché perdere la faccia pur di non dare un semplice controllo? Perché deve spettare a me l’onere della prova?

E soprattutto, come si fanno a chiedere dei soldi (tanti) e poi non prendersi la briga di fare un controllo?

Se il sistema è questo, io domani potrei aprire una società (Fastweb questo non lo fa, il mio è un esempio), chiedo a una “testa di legno” di fare contratti falsi e mi metto a inviare solleciti… nessuno mi dice niente?

Tanto sarebbero gli intestatari dei contratti falsi a dover fare denuncia (ma magari qualcuno ci casca e paga) e se proprio i carabinieri risalgono a me, alla fine dei conti è stata la “testa di legno” a fare i falsi, mica io.

Anzi se qualcuno si permette di insinuare qualcosa lo querelo per calunnia!

Bello vero?

Per me è un vero schifo!

About 
  • elio d’angelo

    A me è capitata la stessa cosa, mi hanno chiesto 971,14 EURO, e per giunta attraverso la GE.RI (tipo EQUITALIA).
    Dopo due RR (ignorate) sia a GE.RI che a FASTWEB ho richiesto copia del contratto (stessa situazione) e ho denunciato pressi i CC, inoltre ho fatto istanza a FASTWEB attraverso CO.RE.COM. e non si sono presentati dal Conciliatore.
    Adesso sono ricorso a AGCOM (l’Autorita per le comunicazioni) e sono in attesa di una convocazione.
    Comunque andrà ho maturato l’idea che sia meglio rivolgersi ad un buon Avvocato (cosa che probabilmente farò dopo la sentenza di AGCOM) non solo per tutelarsi, ma sopratutto per punire economicamente la FASTWEB che per sua leggerezza (e non solo) procura fastidi, perdite di tempo, esborsi (ho fatto otto RR e qualche centinaio di copie, oltre a consulenze legali) e preoccupazioni (spesso mi sveglio e mi metto a pensare a cosa succederà). forse se si fa tutti così opereranno maggiori e migliori controlli sui contratti.
    Comunque sto facendo una campagna con tutti i parenti, amici, conoscenti a non utilizzare questa società (volutamente la “s” è minuscola).

  • Toni

    Mi u00e8 capitato di recente la STESSA IDENTICA cosa. Nelle medesime circostanze e, temo, nella stessa cittu00e0. Mi sa che c’u00e8 qualcuno che fa questo in modo professionale. Anche io vorrei sapere come risalgono a certi dati personali.

  • mauro baricca

    il titolo del post u00e8 : “Non comprare da Fastweb, ti truffano” … comunicagli che lo farai, fallo in modo scritto e digli che si troveranno sul web, guarda un pu00f2 che succede 😉 … aggiungi maggiori dettagli a questo racconto, dettagli ovviamente riscontrabili … 🙂

    • Sinceramente io non lo so se u00e8 stata Fastweb a truffarmi (al 99% non u00e8 cosu00ec) oppure (cosa molto piu00f9 probabile) una delle tante agenzie che vendono i contratti per conto di Fastweb… quindi non mi posso sbilanciare.nDi certo peru00f2 Fastweb ha indagato sulla mia persona arrivando fino al mio vero indirizzo di casa che non avrebbe mai potuto conoscere in quanto sul contratto (falso) c’u00e8 un altro indirizzo.Poi sollecita, minaccia la messa in mora, fa la voce grossa con me piccolo utente, invece di indagare internamente e risolvere la situazione.Insomma u00e8 il classico caso: forte con i deboli (in questo caso io) e debole con i forti (il dio denaro).Sicuramente Fastweb non coltiva il senso dell’orchidea e non agisce eticamente… dovrei consigliare ai vertici di questa straordinaria societu00e0 di leggere il libro “La forza del gruppo, l’etica come chiave del successo”: probabilmente capirebbero tante cose.

  • Ciao Gabriele,nquesta u00e8 solo una delle tante storie che riguardano le compagnie telefoniche che si sentono in giro (personalmente me ne sono capitate un paio simili).nnIl mio consiglio u00e8 di sentire il parere di un buon avvocato che, esaminato per bene il caso, potru00e0 dirti se vale la pena avviare un’azione legale per la richiesta di eventuali risarcimenti danni. :)nnIn bocca la lupo…

    • Ciao Gianluca grazie,nlo so che se vado dai carabinieri risolvo in 5 minuti, peru00f2 u00e8 una questione di principio.. u00e8 un vero sopruso al quale non mi va di sottostare.nDevo fare almeno un po’ di casino 🙂