Gabriele Granato | Marketing e Web

Se dici SEO non dici Web Marketing

Negli ultimi giorni ho avuto il piacere di leggere, commentare e discutere vari articoli sul Web Marketing e sul rapporto di questi con il SEO: tutti concetti stuzzicanti che hanno dato vita a discussioni animate da una sana polemica e che mettono un po’ di pepe a questo luglio soffocante.

Ebbene il mio pensiero è semplice: il SEO non è Web Marketing.

O meglio, le due cose non sono assimilabili, paragonabili, confrontabili (se avete qualche altro sinonimo buttatecelo dentro).

Il SEO (dice Wikipedia) è:

“tutte quelle attività finalizzate ad aumentare il volume di traffico che un sito web riceve dai motori di ricerca”

Invece il Web Marketing è:

“la branca delle attività di marketing dell’azienda che sfrutta il canale online per studiare il mercato e sviluppare i rapporti commerciali (promozione/pubblicità, distribuzione, vendita, assistenza alla clientela, etc.) tramite il Web”

Ok. Detto questo, detto tutto, no?

No? Nooooo?

Volete dirmi che un bravissimo SEO (inteso come persona che ottimizza i siti per i motori di ricerca) è anche un consulente di Web Marketing? Che le sue attività possono considerarsi attività di Web Marketing?
E allora spiegatemi come è possibile chiamare Web Marketing Specialist un tizio che non conosce l’economia aziendale, la storia economica, non ha mai visto un bilancio e non sa cosa vuol dire fare una ricerca di mercato?

Il Web Marketing è una branca del Marketing che a sua volta è una branca dell’Economia. Discipline scientifiche che preesistevano e soprattutto sopravviveranno al cosidetto Web 2.0 e a tutti i socialcosi.

Per diventare uno specialista del web marketing (chi può realmente considerarsi tale?) ci vogliono anni di duro lavoro, gavetta e studio. Non basta posizionare un sito web in 1° pagina su Google.

L’argomento mi appassiona così tanti perché sempre più spesso sento dai clienti la strana richiesta: vorrei fare una campagna di web marketing per la parola xyz, costa molto?

Uhm, mumble mumble… cioè?

Cioè vorrei uscire in prima pagina per la parola xyz, sono venuti dei tizi che per totmila euro mi garantiscono una campagna di web marketing potentissima che fa uscire il mio sito in prima pagina, prima del mio acerrimo nemico e concorrente.

Uhm, arimumble arimumble… ma rifanno il sito seguendo una nuova linea comunicativa? No. Modificano i contenuti? No. Analizzano il mercato? No. Verificano e monitorano el tempo le operazioni effettuate? No.

E che fanno? Fanno (e qui scatta il pensiero, la consapevolezza che qualcosa di storto c’è) una potentissima campagna di web marketing su Google.

Anatemi, fulmini e saette. Che i diavoli dell’inferno possano bruciacchiare le vostre flaccide membra. Così sp….anate il mercato, lo distruggete. Rendete incolto un terreno fertilissimo.

Volete vendere i vostri servizi SEO? Fatelo ma non li chiamate campagne di Web Marketing.

Siete dei maestri in questo settore (importante e delicato), ma non vi autoappellate Web Marketing Evangelist.

Altrimenti possiate essere bannati da Google per l’eternità!

About 
  • Imma Pinto

    ehi? mi viene da chiedere…ma con quale Seo hai avuto a che fare?????u00a0nSe dici seo non dici web marketing…ok, ma la microchirurgia della mano (riprendo g+) presuppone una laurea in medicina…quindi attenzione.nIl seo u00e8 uno strumento utilissimo per essere visibile sui motori di ricerca…ma per fare questo devi necessariamente confrontarti con il web marketing..u00a0nPersonalmente lavoro sui contenuti, analizzo il mercato e monitoro costantemente…per cui credo che la tua critica non u00e8 rivolta a me 🙂

    • Imma grazie per il commento e spero proprio di non avercela con te 🙂 anzi dalla risposta che mi dai ne sono sicuro. Il SEO u00e8 importante ma se non fai web marketing… siamo completamente d’accordo :-)nCon quali sei ho avuto a che fare? Beh piu00f9 di uno e soprattutto conisco molti clienti che hanno avuto a che fare con personaggi che tentano di rovinare il web. Il loro comportamento usuale u00e8: mi dai 1000 euro subito e poi mi dai 500 euro per ogni keyword che ti porto in prima. Un paio di meta tag e nulla piu00f9 (ti sembra una campagna di web marketing?). Poi se riesco bene, altrimenti prendo i 1000 e vado a cercare qualche altro cliente.nLa micrichirurgia u00e8 importante e presuppone una laurea in medicina, quindi come vedi io non ho nulla contro il SEO, anzi… spero quindi sia chiaro il mio pensiero 🙂

  • mauro baricca

    mumble mumble mumble ahahahah fantastico. Bravo Gabriele bell’articolo e acute osservazioni. Come tu sai io cerco di essere un artigiano del marketing che u00e8 una disciplina economica di un apalla mortale: numeri, statistiche, proiezioni e previsioni per l’80% e sano delirio creativo per il restante 20 sulla base delle risultanze che ti hanno dato i numeri bruttissimi e noiosissimi; “la branca” web del mktg e internet in genere fino a ieri pomeriggio sconosciuta, oggi u00e8 una parte delle strategia di mktg di aziende e persone mentre spesso la gente pensa che sia la panacea di tutti i mali quando in realtu00e0 non fa campagne di mktg ma semplici azioni che non portano a nulla. Visto che questo settore ai piu00f9 u00e8 oggettivamente poco conosciuto (e per piu00f9 intendo i piccoli imprenditori che mettono mano al portafogli per cercare di smuovere le cose nella propria azienda senza una strategia ma con il “faidate”) sarebbe interessante che “voi” nativi del web realizzaste un piccolo bignami per far capire a noi in italiano, meglio in dialetto, le varie differenze che ci sono e a cosa servono. Quando dico voi nativi intendo le persone serie come te che hanno fatto e stanno facendo la strada giusta per affermarsi professionalmente e lasciare un segno fattivo. Troppo spesso noi dinosauri veniamo “intortati” da persone improvvisate e poi, quando non riusciamo a ottenere gli obiettivi che nella nostra mente ci eravamo immaginati pensiamo che sia tutta fuffa e molliamo. Scrivo che “nella nostra mente ci eravamo immaginati” perchu00e8 se io sono ignorante e tu mi dici che grazie al tuo magico servizio mi posizionerai primo sui motori di ricerca io credo che non u00e8 che prendi una parola o una frase e la spingi solo perchu00e8 sai piu00f9 o meno come funziona l’algoritmo di google ma mi spingi in vetta all’olimpo del web marketing. In questo caso io sono un coglionazzo e tu un millantatore e quando grazie alla tua azione di smarketing io scopriru00f2 cosa u00e8 successo, non perchu00e8 l’ho capito ma perchu00e8 le mie aspettative sono rimaste deluse … fulmini e saette, anatemi e sciagura a te.nHo riassunto in questo delirio di parole cosa passa nella nostra mente.nL’anno scorso ho partecipato in qualitu00e0 di esperto di mktg (mi hanno invitato come esperto in realtu00e0 io non so nulla di mktg accademico o molto poco, semplicemente me ne occupo da trent’anni essendo nato con le telescriventi e uso buon senso, tante porte in faccia prese e tante notti passate a elaborare strategie sulla base di numeri che mi hanno permesso dopo trent’anni di essere ancora qui a scriverti, che culo che ho! ) ad una conferenza a Napoli proprio su questi temi (ne trovi traccia sul mio blog) e ai nativi presenti, con me chiacchieravano Cozzolino di Ciao People e Arnesano di Frozenfrog , avevo posto la questione: se voi non parlate la nostra lingua, noi non investiremo mai in questo settore che pur essendo strategico e importante per ora e solo una parte delle attivitu00e0 di mktg che un’azienda fa.nIl suggerimento u00e8 quindi: spiegate con la nostra lingua cosa fate, le varie figure e mansioni: il seo, il web mktg specialist, il kgb super positionation, il tricche tracche bum bum chi sono e cosa fanno e i risultati ottenibili.nIo tutti i giorni mi trovo a consigliare i miei clienti di utilizzare il web come parte della strategia di mktg, e sottolineo come parte. Ma, visto che io, ad oggi, non ho ancora chiaro come funzionano le cose cosa trasferiru00f2 ai miei clienti?nFammi il bignami e te ne saru00f2 grato eternamente o meglio, magari organizziamo una giornata dove io vi metto qualche quintale di clienti in sala e voi ci spiegate in italiano di cosa stiamo parlandonnE u00a0se lo fate, che Mr Page popoli i vostri sogni e vi venga a rimboccare le coperte, sistemare il guanciale e darvi il bacino della buona notte tutte le sere da qui all’eternitu00e0 facendovi pascolare allegramente nelle fertili praterie del wwwnnforzaonorecolore a voi soprattutto se siete arrivati a leggere fino a qui resistendo alla tentazione di mandarmi a c….e dove c….e non sta per curare 🙂

    • grazie mille per il commento mauro e ti posso garantire che u00e8 praticamente impossibile annoiarsi con i tuoi scritti (se non sbaglio il tuo nuovo libro esce a settembre… vabbu00e8 vuol dire che in estate mi rileggo tutti i libri di moccia).nPer venire a noi: spiegare le cose, parlare con i clienti, chiarire, capire le loro esigenze, aiutarli costantemente u00e8 un’idea che stiamo pian piano sempre piu00f9 sviluppando.nMagari incontrarci ed organizzare qualche incontro potrebbe rivelarsi “utile” per tutti: per noi che ci mettiamo la faccia e vinciamo lo scetticismo dei clienti, per i clienti che si rendono conto se il web puu00f2 essere veramente utile ai loro bisogni (non sempre u00e8 cosu00ec, anche questo va detto), per il settore in generale che si evolve.nnRicordo bene quell’incontro di napoli, ero presente e devo dire che u00e8 stato illuminante, ed u00e8 da quel momento che ho cominciato a seguirti e ad ammirare il tuo modo di lavorare.nGli imprenditori che hai citato sono veramente bravissimi, hanno saputo sfruttare alla perfezione le nuove tendenze del momento.nnMa ciu00f2 che piu00f9 mi colpu00ec fu appunto il tuo intervento in cui mostravi l’importanza del web e dei socialcosi, ma lo facevi con i piedi ben piantati per terra ed u00e8 l’atteggiamento che tento di mettere in pratica anch’io tutti i giorni:u00a0nFacebook probabilmente passeru00e0, cosu00ec come il SEO e i motori di ricerca; io, tu, i clienti, il business, le leggi economiche che stanno alla base del marketing NOnnSe poi questa mia convinzione pesta i calli a qualcuno che con il caos e l’ignoranza di parte del mondo dell’impresa ci campa.. beh vuol dire che ne vedremo delle belle, perchu00e9 io dal mio piccolo non ho alcuna intenzione di mollare la presa e di cambiare strada 🙂

      • mauro baricca

        bene non ora perchu00e8 sto per andare a fare un week end nel Chianti a mangiare bistecche e fare il pieno di cultura ma … sentiamoci e coordiniamo le agende, prevediamo un incontro in autunno per fare due chiacchiere a sei occhi (porto gli occhiali). Buon week end Gabriele

  • Esistono molti improvvisati in questo campo.nOttimo articolo, spero venga letto da molti ;-))

    • grazie mille andrea :-)nspero anch’io che venga letto da molti, ma ad una grande parte non piaceru00e0.. giu00e0 mi stanno arrivando minacce piu00f9 o meno velate, vabbu00e8 abbiamo le spalle forti e soprattutto la coscienza pulita 🙂

  • Che bella parola che hai usato Valentina.. etica, penso che u00e8 uno dei valori che potrebbe salvare il mondo!nPurtroppo peru00f2 in giro ci dono tanti squali ed u00e8 a causa di questi che ogni tanto decido di polemizzare un po’ 🙂

  • Sono d’accordo con Gianluca, ed aggiungerei che quello citato da te, Gabriele, al massimo u00e8 Search Engine Advertising, che u00e8 una delle tante attivitu00e0 che si possono includere in una strategia di Web Marketing.nPenso sarebbe bello se prima ancora di occuparsi della pratica, tutti quelli del settore facessero lo sforzo di avvicinarsi anche al senso semantico di quello che fanno, oltre che strategico e magari anche etico…ne verrebbe fuori un mondo sicuramente migliore e di qualitu00e0 😉

  • Ciao Gabriele,nconcordo con te: il SEO non u00e8 il Web Marketing.nPeru00f2 lau00a0SEO (intesa come Search Engine Optimization) u00e8 parte del SEMu00a0(Search Engine Marketing) ed il SEM u00e8 parte del Web Marketing.u00a0Quindi, a mio avviso, le attivitu00e0 di un SEOu00a0(inteso come u00a0Search Engine Optimizer) sono da considerarsi a tutti gli effetti attivitu00e0 di Web Marketing.nQuesto, ovviamente, non deve portare all’errore di autoproclamarsi Web Marketing Specialist (o Evangelist come dici tu), per il solo fatto di esser riusciti a portare una pagina web nelle prime posizioni delle SERP di Google. 🙂

    • Gianluca il tuo commento mi fa felice, siamo sulla stessa lunghezza d’onda.. la penso proprio come te :-)nQuesti articolo u00e8 provocatorio perchu00e9 ha l’obiettivo dichiarato di creare un po’ di dibattito, ma nella sostanza non voglio denigrare nessuno, anzi.. e spero che si percepisca la mia volontu00e0 di migliorare questo settore che ha bisogno di tante cose, ma soprattutto che le persone inizino a fidarsi di noi e del web 🙂

      • Bene Gabriele, son felice che il mio commento ti abbia fatto felice. Eh eh eh.