Gabriele Granato | Marketing e Web

CISL Salerno, che brutta figura!

Ma lo volete capire che comunicare è una cosa seria? Lo volete capire che i social network non sono un gioco?
Vabbè, lasciamo perdere e passiamo ai fatti.

Ieri 26 marzo 2013 leggo un breve status della CISL Salerno su Facebook, trattava della prossima elezione del Rettore dell’Università di Salerno.
Al che mi è venuta voglia di fare una semplice ed educata domanda:

Chiamatela ignoranza la mia, ma mi sembrava di chiedere una cosa pertinente, che chiarisse il ruolo di queste istituzioni. Perché il sindacato entra in una vicenda accademica? Perché il segretario Passamano (con un terribile linguaggio politichese) chiede un dialogo costruttivo?

Bene, morale della favola?

Hanno cancellato il commento, hanno cancellato il post, mi hanno bannato e cancellato ogni possibilità che io li contatti in qualche modo.

Bene, morale della favola?

Sta cosa mi ha fatto incavolare parecchio :-).

E allora mi sono detto: “posso mai far passare la cosa sotto traccia? E se scrivo un articolo sul mio blog che parli dell’argomento e che mostri tutta l’incapacità e incompetenza di coloro che dovrebbero rappresentare i lavoratori? Magari Google mi vuole bene e ogni volta che qualcuno cercherà “Cisl Salerno” uscirà il mio articolo che parlerà male di loro.

Insomma, se siete un sindacato e non sapete fare Social Marketing, fate solo il sindacato.
Se poi non sapete fare neanche il sindacato, beh… forse è il caso che vi troviate un lavoro vero e utile alla comunità!

Distinti saluti,
con immutata stima!

PS. se riuscite a raggiungere il responsabile ditegli che su Facebook le organizzazioni non possono utilizzare profili personali, ma le pagine aziendali. Altrimenti qualcuno potrebbe pensare che sono degli incompetenti.

About